Skip to main content
Impegno verso la collettività

Cromology per la riqualificazione ambientale di due Silos a Dynamo Camp

By 27 Maggio 2022Giugno 16th, 2022No Comments

Dynamo Camp è il primo camp di Terapia Ricreativa in Italia, che ospita gratuitamente bambini e ragazzi affetti da patologie gravi e croniche e le loro famiglie, per periodi vacanza e divertimento con assistenza specifica.

Cromology, con i prodotti della linea di finiture per esterni Settef, ha preso parte attiva a un inedito progetto artistico di riqualificazione ambientale di due particolari Silos originali, datati 1935.

In 60 anni di storia Settef ha sempre avuto un occhio di riguardo per la riqualificazione del territorio e per l’arte. Oggi è uno dei principali player nel mondo dei prodotti per ledilizia professionale. Dal 2001 Settef è entrata  a far parte del Gruppo Cromology.

Grazie all’intervento dell’artista David Tremlett ed al supporto delle famiglie di Dynamo Camp, queste due strutture potranno dunque grazie a Cromology avere una nuova vita con i prodotti Settef… in maniera creativa e sostenibile.

Visualizzazione bloccata, si prega di accettare i cookie statistics, marketing per vedere video/sezione. e ricaricare la pagina

Chi è David Tremlett

Dopo aver frequentato il Falmouth College of Art dal 1962 al 1963. Tremlett ha viaggiato dai primi anni ’70 in Nord America e Australia e dal 1978 al 1987 in Medio Oriente e Africa.

Dagli anni Ottanta la maggior parte delle sue opere sono realizzate con la tecnica di wall drawing, eseguiti con pigmenti colorati direttamente sui muri, realizzando interventi, permanenti o temporanei, sia in musei sia in spazi pubblici o privati.

Il progetto Dynamo Camp

Nato come progetto di Fondazione Dynamo, Dynamo Camp è situato a Limestre, provincia di Pistoia, in un’oasi affiliate WWF di oltre 900 ettari, Oasi Dynamo, e fa parte del SeriousFun Children’s Network: circuito di camp fondati da Paul Newman nel 1988 e attivi in tutto il mondo.

Ogni anno in Italia sono oltre 10.000 i minori affetti da patologie gravi o croniche: bambini e ragazzi che, a causa di terapie invasive, rischiano di perdere serenità̀ e spensieratezza proprie della fanciullezza, con ripercussioni sull’intero nucleo familiare.